La “città giardino”

la città giardino

Nella fotografia scattata fra le due guerre si rivela la nuova urbanizzazione nella zona fra via Turati e via Boifava. La nuova via realizzata sul terrapieno è via Giuseppe Guerzoni (così chiamata a partire dal 1921), mentre le file degli alberelli segnalano l’allora via Giuseppe Cesare Abba, oggi via D’Annunzio. Gli edifici furono realizzati dall’Impresa

Leggi tutto e lascia il tuo commento »

Brescia 1929 - La prima rete fognaria urbana

La prima rete fognaria urbana

L’immagine documenta lo scavo per la posa di un tronco fognario intorno al 1929 circa. E’ l’ultimo atto di un iter durato decenni, avviatosi quando nell’anno 1906 la giunta municipale aveva stanziato 10.000 lire per la realizzazione di un nuovo progetto e nel 1908 nominato un’apposita commissione che studiasse la nuova rete.

Primo autobus su gomme a Brescia nel 1932

Il primo autobus urbano

Un primo tentativo di modifica delle linee tranviarie urbane, che si muovevano su rotaie, viene sperimentato con l’introduzione di autobus su gomma nei primi mesi del 1932, inizialmente nel collegamento tra S. Eustachio e Bottonaga attraverso via Marsala, via Cairoli e Corso Vittorio Emanuele. Nell’immagine della Fondazione Negri la giornata inaugurale, con alcuni vigili urbani e signore con pelliccia.

veduta del castello di Brescia nel 1903

Sui ronchi al “Casinetto svizzero”

Nella straordinaria immagine di Negri una emozionante veduta del Castello e della città da via S. Gaetanino nell’anno 1903. Lo scatto appartiene alla più caratteristica veduta delle città storiche italiane, ovvero i colli oltre le mura in rovina. Al centro il complesso della chiesa di san Pietro e sulla destra il Casinetto Svizzero, dal primo decennio del Novecento divenuto “Caffè Ristorante Vittoria”, con le distinguibili architetture di sentore alpino (sul retro di un biglietto pubblicitario si legge pure “Gran salone per banchetti e servizio sposalizi”).

Fila di vetture in sosta in Piazza della Vittoria nel 1935 circa

Breve storia dei parcheggi cittadini

L’immagine della Fondazione Negri consente una minima riflessione circa l’utilizzo degli spazi e delle piazze cittadine per il parcheggio della propria autovettura. La fotografia, scattata nel 1935 circa, riprende una fila di vetture in sosta nella centrale Piazza della Vittoria (anche in doppia fila): sono il segno della modernità degli uomini d’affari, che ben si adatta innanzi alla schiera dei nuovi palazzi dell’agorà finanziario cittadino.